News Antonio Panzeri n°12/2018

  b_800_auto_0_00_http___www.antoniopanzeri.it_wp-content_uploads_2017_11_sd_pm_sfondo-1.jpg
EDITORIALE
IMG 20180922 WA0014   Per la Sinistra nessun maquillage, serve una nuova aspirazione
In questi mesi che hanno segnato l’inizio dell’esperienza di governo gialloverde di ispirazione nettamente nazionalista e di destra, è apparso chiaro come essa si iscriva in un più generale movimento che punta a indebolire l’Europa e i suoi fondamenti costitutivi, a virare il popolarismo europeo verso posizioni sempre più intransigenti e illiberali e a ridurre la Sinistra europea una ridotta minoranza. Si tratta di una vera e propria ideologia, che per il momento pare conquistare anche la maggioranza delle opinioni pubbliche nazionali, con poche eccezioni. 
Continua a leggere

 

 
 
ARTICOLI 
 
unnamed 530x306   Cinque anni dalla tragedia di Lampedusa: nuove leggi per evitare nuove stragi 
Erano le prime ore del mattino del 3 ottobre 2013 quando alcuni pescherecci nei pressi delle coste di Lampedusa si sono ritrovati ad essere i primi testimoni di una delle più gravi catastrofi nel Mediterraneo dall’inizio del XXI secolo. Poche ore prima, un’imbarcazione con a bordo migranti di origine africana, principalmente eritrea, si è ritrovata con i motori bloccati a circa mezzo miglio dalle coste lampedusane. Per attirare l’attenzione dei soccorsi, è stato agitato uno straccio infuocato, ma il fumo ha spaventato i passeggeri che, muovendosi sulla barca stracolma, ne hanno provocato il rovesciamento

Continua a leggere

 

Egitto   In Egitto nuove condanne a morte di massa 
Il 24 settembre la Corte di cassazione egiziana ha confermato le condanne a morte contro 20 militanti islamisti nel cosiddetto processo del “Massacro di Kerdasa”. Kerdasa è una cittadina nella provincia di Giza, a 15 chilometri a ovest del Cairo, dove nell’agosto 2013 ebbero luogo gravi violenze. Le corti egiziane continuano a emettere condanne a morte in processi di massa che risultano indifendibili sia dal punto di vista della procedura che del merito. 

Continua a leggere
 
 

INTERVENTI IN PLENARIA

Il contributo dell’UE  per riempire il vuoto tra rispetto dei diritti umani e interessi commerciali
Il rispetto dei diritti umani nel mondo delle imprese è una questione decisiva. Eppure manca ancora un approccio globale, al fine di regolare il rispetto dei diritti umani nelle società transnazionali. Le Nazioni Unite, nel 2014, con una risoluzione del Consiglio dei diritti umani, hanno istituito un gruppo di lavoro intergovernativo, al fine di creare uno strumento giuridicamente vincolante sulle società transnazionali, per “riempire il vuoto” tra rispetto dei diritti umani e interessi commerciali
Guarda il video dell'intervento

 


 

UNWRA, sostegno UE per stabilizzare il Medioriente
Il portavoce dell’UNRWA ha dichiarato che la scelta dell’amministrazione americana avrà un impatto devastante sulla vita di 500mila minori che ricevono un’istruzione dall’Agenzia, 3,5 milioni di malati che si recano alle sue strutture mediche, 1,7 milioni di persone in condizioni di insicurezza alimentare e decine di migliaia di donne, bambini e disabili rifugiati. La decisione di Trump rappresenta un’inversione di marcia rispetto al paradigma di Oslo, sostenuto anche dall’Unione Europea: l’Agenzia non è solo indispensabile solo per i rifugiati palestinesi, ma anche per il destino della soluzione “due Stati”
Guarda il video dell'intervento

 


 

Yemen, un conflitto di interessi e ipocrisia
Basta guardare la cartina geografica per rendersi conto dell’importanza strategica dello Yemen e per capire come questa sporca guerra sia manovrata da interessi lontani da quei territori che contrappongono gli Stati Uniti e il loro alleato saudita all’Iran e che arricchiscono i produttori di armi sparsi per il mondo. Sono proprio questi interessi a condannare la popolazione a vivere ben al di sotto degli standard accettabili di vita
Guarda il video dell'intervento

RASSEGNA STAMPA

(ALANEWS)
Lucano, Panzeri: “Solidarietà, ma rispettare legge”
 “Voglio essere molto chiaro: penso che il Sindaco debba ricevere la nostra solidarietà perché ha operato in condizioni di grande difficoltà. Ritengo che le leggi debbano essere profondamente modificate, così da avere un governo disciplinato del tema migratorio. Tuttavia, in attesa di tutto ciò, è indispensabile rispettare le leggi”. 
Guarda l'intervista

 
(ALANEWS)
Medio Oriente, Panzeri: “Scelta Trump va condannata” 
“La situazione è già molto difficile e la decisione degli Usa è molto grave e si discosta da una idea di pacificazione dell’area. Questa decisione sarà pagata dalle persone più in difficoltà e dai bambini. E’ una scelta che va condannata. Il rafforzamento dell’UNRWA è indispensabile anche per la strategia politica in quell’area e abbiamo fatto bene a rimarcare tutto questo perché, nonostante la scelta di Trump, noi andiamo avanti”. 
Guarda tutta l'intervista

 
   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono:

I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web.

 

A cosa servono:

I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza solo Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.


Tutti i nostri Cookies NON vengono archiviati e sono gestiti con policy che rispetta la Privacy.

 

Privacy e Termini di Utilizzo