Primarie Pd 2017, ecco i risultati in Lombardia: Renzi al 76%

b_800_auto_0_00___images_2015_scheda.jpg

Orlando al 22%, Emiliano all'1%. Affluenza oltre i 226mila votanti

Milano, 30 aprile 2017 - E' Matteo Renzi il vincitore della primarie del Partito Democratico. Sono stati più di 226mila i lombardi che hanno deciso di partecipare alle consultazioni per l’elezione del segretario nazionale del Pd andando in uno degli oltre 1250 seggi dislocati su tutto il territorio regionale (FOTO) In lizza il segretario uscente, nonché ex premier, Matteo Renzi, il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia. In Lombardia, Renzi si è attestato al 76,64%, Orlando al 22,29% ed Emiliano ( che in regione era presente in solo 5 collegi su 30) all'1,07%. Stesso trend nelle altre province lombarde: da Sondrio a Cremona, Renzi oscilla tra il 76 e il 78% dei voti, Orlando tra il 21 e il 23%.
"In Lombardia oltre 226mila votanti. Netta l'affermazione di Matteo Renzi - ha detto il segretario regionale Alessandro Alfieri - Il ringraziamento va prima di tutto ai volontari che hanno reso possibile questa giornata. Un ottimo risultato che ci conferma come l'unica forza che pratica nei fatti la democrazia. Un trampolino per le sfide che ci aspettano, a partire dalle elezioni regionali in Lombardia nel 2018". 

A MILANO - Nell'area metropolitana di Milano i votanti sono stati circa 90mila mentre a Milano città sono stati oltre 43 mila. Rispetto al dato regionale, il consenso per l’ex premier scende leggermente a Milano città (141 seggi, 43.138 votanti): qui Renzi ha chiuso con il 72,1% delle preferenze, Orlando col 24,6% ed Emilano col 3,3%. Se si considera anche il territorio metropolitano, Renzi arriva al 75,1%. 

NELL'HINTERLAND -  Anche nell’operaia Sesto San Giovanni, Matteo Renzi ha vinto a mani basse. Così come i circoli, la base dell’ex Stalingrado d’Italia ha scelto l’ex premier con 1.640 voti su un totale di 2.233 elettori del Partito Democratico, che si sono recati in uno dei nove seggi allestiti nelle sedi cittadine. Si è fermato ad appena 447 preferenze il ministro Orlando. Per Emiliano sono arrivati 146 voti. Risultati simili in tutto il Nord Milano: Renzi senza avversari anche a Cologno Monzese, dove il segretario ha vinto con l’80 per cento, e a Cormano.

L'IGLOO SUL GHIACCIAIO-  E' lombardo il seggio più alto d'Italia: a Presena (Ponte di Legno), a 3mila metri di altezza dal suolo, dove il Pd di Ponte di Legno (Brescia) ha organizzato uno speciale
gazebo elettorale. All'igloo di Pontedilegno-Tonale - come riferito dal Pd Lombardia - hanno votato in 105: 91 per Renzi, 12 per Orlando, 1 bianca, 1 nulla. 

IL DATO DELL'AFFLUENZA - Affluenza in picchiata rispetto ai dati registrati alle ultime consultazioni. Nel 2013 i votanti in Lombardia furono 378.492 mentre nel 2009 furono 357.970 elettori. Nonostante questo i commenti che arrivano dal fronte democratico sono positivi. Sia pur ingente, il calo di votanti è ritenuto “fisiologico” se si considera la scissione appena consumatasi all’interno del partito e il "week-end lungo" connesso al primo maggio. A Milano seggi allestiti non solo in circoli o gazebo, ma anche in alcuni studi di design, pizzerie, bar, gelaterie (FOTO). (da "Il Giorno")

Condividi

Powered by CoalaWeb