Magliette rosse, ma non basta

 
testata (1)
Numero 442 del 21 dicembre 2018
 
 
 
 

L'Editoriale Meglio pensare al Natale

Dove va la Lombardia? Difficile dirlo, almeno stando al bilancio approvato nei giorni scorsi da Consiglio. Non si sono visti provvedimenti di rilievo e l’impegno più importante, passato peraltro quasi sotto silenzio, è una garanzia di oltre 200 milioni per la possibile corsa verso le olimpiadi invernali del 2026.
Per il resto, tante elargizioni territoriali e una sostanziale conferma delle politiche della precedente amministrazione, con buona pace del cambiamento, tanto evocato (e poco praticato) a Roma, quanto assente a Milano.
La Giunta ha anche anticipato la tornata di nomine sulla sanità, facendo trovare sotto l’albero un bel pacco firmato Lega a gran parte delle aziende sanitarie lombarde. Buon lavoro ai nuovi manager, con la speranza che lavorino con più indipendenza di chi li ha nominati.
Ci tuffiamo ora nel periodo festivo, a tutti voi, da parte di tutti i consiglieri e i collaboratori del gruppo regionale PD, un sincero augurio di buon Natale e tutti i migliori auspici per un 2019 che restituisca un po’ di fiducia e serenità a tutti noi.

Gli auguri animati del gruppo regionale del PD

buoneFeste
 
 
 
 
 
IN LOMBARDIA UN BILANCIO DI PREVISIONE DI ROUTINE
Grazie al Pd più attenzione a case popolari, ambiente e cultura

 
 
Un documento di gestione, non di guida, privo di ambizione, voluto da una giunta che, a soli 6 mesi dall’insediamento, già vive una stanca routine.
Il Partito democratico ha scelto di presentare centinaia di emendamenti e ordini del giorno non in chiave ostruzionistica, ma costruttiva, per cercare di incidere su una politica regionale non in grado di rispondere alle esigenze dei lombardi.
 
 
 
LA LEGA HA OCCUPATO LA SANITÀ LOMBARDA
Nominati i nuovi vertici di ospedali e Ats, il Carroccio sostituisce CL

 
 
Cinque anni fa Maroni aveva avuto giusto un briciolo di pudore in più, anche perché allora gli aspiranti direttori generali della sanità lombarda avevano dovuto affrontare un test che aveva escluso diversi nomi eccellenti. Questa volta è andata diversamente: i 45 nuovi vertici, nuovi non sono e la Lega ne ha scelta la gran parte, lasciando agli alleati le briciole. La vicinanza politica vince ancora una volta sul merito. Ecco i nomi.
 
 
CASE POPOLARI, ORA UNO VALE UNO: ESTESA LA GRATUITÀ
Affitto azzerato anche per chi vive nelle case dei comuni

 
 
C'è voluto un emendamento del Pd per estendere alle case popolari comunali la gratuità dell'affitto che la Regione aveva riservato agli inquilini Aler over 70, in regola con tutti i pagamenti negli ultimi cinque anni. Fontana lo aveva promesso in campagna elettorale, ma la delibera da poco approvata era stata una doccia fredda per chi abita negli alloggi di proprietà dei comuni. Ora si attende la nuova delibera.
 
 
 
CONSUMO DI SUOLO? ALLA REGIONE POCO IMPORTA
Per quattro anni nessun freno all’erosione del paesaggio lombardo

 
Mercoledì il Consiglio regionale ha votato il Piano territoriale regionale dopo ben quattro anni dall'approvazione della legge sul consumo di suolo.
Si tratta di un ritardo colpevole secondo il PD che si è astenuto, riuscendo però a fare approvare due ordini del giorno che impegnano la Regione a supportare e rendere prioritaria la rigenerazione urbana rispetto al consumo di suolo libero.
 
IL 12 GENNAIO AL PIRELLONE ARRIVA UNA LOCOMOTIVA CARICA DI...
Pendolari, amministratori e vertici di Trenord e Rfi a confronto

 
 
Il gruppo del PD regionale ha deciso di organizzare una serie di incontri sul tema dei trasporti. La prima iniziativa riguarda l'emergenza treni in Lombardia e il futuro del sistema ferroviario regionale e si terrà sabato 12 gennaio 2019 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso l’auditorium Gaber, in piazza Duca D’Aosta, 3 a Milano. Parteciperanno assessori regionali, dirigenti di Trenord e di RFI e soprattutto, ci auguriamo, moltissimi pendolari. Ecco i nomi dei partecipanti.
FORZA ITALIA E M5S VOGLIONO ATM COME TRENORD E ATAC
L'assessore si è rimangiata gli accordi fatti con Milano per il biglietto integrato

 
Durante la sessione di bilancio del Consiglio regionale i gruppi di Forza Italia e del M5S hanno ottenuto il ritiro dell'emendamento che avrebbe dato il via libera al sistema dell'integrazione tariffaria, sconfessando di fatto l'accordo tra gli assessori di Regione e Comune di Milano. L'emendamento avrebbe permesso alle agenzie di trasporto pubblico locale di applicare aumenti tariffari straordinari in deroga al regolamento regionale e la sperimentazione dei sistemi tariffari integrati.
 
 
 
 
facebook twitter youtube instagram

Gruppo Consiliare PD in Regione Lombardia

NOVITA'
settegiorniPD
n.registrazione: 627 del 5 novembre 2001
Direttore responsabile: Fabio Pizzul
Redazione: Maria Rosa Donadelli, Elena La Mura, Efrem Maestri,
Laura Sebastianutti, Stefano Tessera, Valeria Vercelloni
www.pdregionelombardia.it

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono:

I cookie sono piccoli file di testo memorizzati nel computer o nel dispositivo mobile dell´utente quando visita il nostro sito web.

 

A cosa servono:

I cookie sono da noi utilizzati per assicurare all´utente la migliore esperienza nel nostro sito.
Questo sito utilizza solo Cookie di sessione. Cookie automaticamente cancellati quando l´utente chiude il browser.


Tutti i nostri Cookies NON vengono archiviati e sono gestiti con policy che rispetta la Privacy.

 

Privacy e Termini di Utilizzo